mercoledì 20 ottobre 2010

Premio UNO SPOT PER

Grande risposta di pubblico per la manifestazione Premio UNO SPOT PER organizzata dal Centro la Tenda in partnership con la Rete dei Giovani di Salerno e Lira tv e con il patrocinio morale del comune di Salerno. La serata ha visto l’incontro dei giovani sul tema della comunicazione sociale ed in particolare sul bullismo, l’alimentazione, la famiglia, l’amore e la sessualità, la politica e la responsabilità sociale, lo sport, le dipendenze, l’immigrazione e l’integrazione, attraverso la realizzazione di spot.

Comunicare con il cuore, comprendersi in poche parole, sono stati obiettivi assolutamente raggiunti, come lo scopo sotteso all’intera manifestazione: attivare, sensibilizzare, aggregare e rendere protagonisti i giovani; ragazzi delle scuole superiori, universitari o appena usciti dal sistema scolastico si sono attivati e hanno fatto gruppo prendendo coscienza di alcuni aspetti della realtà non conformi al vivere in modo civile o di valori a volte troppo accantonati. Hanno realizzato spot dai colori forti, toni crudi, immagini d’impatto, tipici della giovane età in cui tutto è bianco o nero e in cui la realtà balza agli occhi in maniera decisa e poco edulcorata dal senso di rassegnazione verso un modo di fare che “tanto non si può cambiare!”.

Il pubblico ha così deciso di non premiare tanto la qualità video o quella tecnica degli elaborati in concorso, ma piuttosto la sensibilità dimostrata e l’efficacia del messaggio comunicato; When she loved me, lo spot realizzato dalla II F del Liceo Scientifico G. da Procida di Salerno e acclamato dalla platea che gli ha assegnato 210 voti, ha colto decisamente lo scopo del concorso, trattando il tema dell’abbandono e del maltrattamento degli animali. A causa di alcune trasgressioni al regolamento, lo spot non potrà tuttavia essere trasmesso su Lira tv come previsto per il vincitore; l’emittente ha però fatto una proposta intelligente e produttiva, dando la possibilità ai vincitori di rimettersi a lavoro, realizzare uno spot sulla stessa linea ma fruibile dal punto di vista televisivo.

Le considerazioni della giuria tecnica, composta da giornalisti, grafici e fotografi, e della giuria comunicazione giovane, che riuniva ragazzi impegnati nel sociale e nell’arte, si sono rivolte maggiormente alla qualità e all’attualità dei messaggi scegliendo le tematiche della violenza sulle donne e della cittadinanza attiva. Tracce indelebili di Eugenio Tanfani con un messaggio di soli 37 secondi ha espresso con forza quanti tipi di ferita si possano aprire in una donna che ha subito violenza, ed è per questo che si è meritato il premio speciale della giuria tecnica.

I piccoli gesti che ognuno di noi potrebbe fare per migliorare il mondo in cui viviamo, facendoci diventare cittadini attivi, hanno invece colpito la giuria comunicazione giovane che, credendo ancora nell’azione determinante del singolo, ha premiato lo spot di Francesco Alfieri Cittadini si diventa.

“Un’esperienza da ripetere”, hanno affermato gli organizzatori, “perché i giovani possano trovare sempre maggiore spazio per esprimersi, incontrarsi e attivarsi” e non si può che augurare che il territorio possa offrire sempre maggiori occasioni perché gli scopi dell’iniziativa Premio UNO SPOT PER siano realizzati.

Sabrina Fiorillo

0 Commenti:

Posta un commento

commenta

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page